Cristiani Evangelici Pentecostali
 
IndicehomeFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Fratelli, che dobbiamo fare? Atti 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
teofilo
Admin
avatar

Messaggi : 2084
Punti : 6191

011115
MessaggioFratelli, che dobbiamo fare? Atti 2

Fratelli, che dobbiamo fare? Atti 2:37

di Roberto Bracco

A coloro che vogliono più chiare definizioni intorno all’azione della fede, si può ricordare che non si deve confondere questa realtà spirituale con la credulità sterile. Per prendere possesso della “grazia” che salva bisogna credere, ma credere per essere salvati vuoi dire: ravvedersi; ubbidire, accettare la potenza divina.I “pellegrini” di Gerusalemme che avevano ascoltato il sermone di Pietro e che, soprattutto, lo avevano ricevuto e lasciato operare nel cuore, chiesero: che dobbiamo fare?Questa è la domanda di quanti ascoltano con interesse spirituale il messaggio della verità e si lasciano mettere in crisi da esso; credere, credere…, ma come?
“Ravvedetevi” cioè mutate i vostri pensieri, la vostra direttrice di marcia; volgete finalmente il vostro viso a quel Dio al quale avete, fino ad oggi, voltate
ostinatamente le spalle. “E ciascuno di voi sia battezzato”… seppellito con Cristo in quanto al suo passato, risuscitato con Cristo per una vita nuova di giustizia e di verità. Battezzato per testimoniare, davanti al cielo e alla terra, l’ingresso nelle file dei redenti; battezzato per suggellare un patto con Dio, per esprimere un proposito di fedeltà imperitura. “E voi riceverete… “. Non è soltanto l’annuncio di una promessa, ma anche un’esortazione a schiudersi alla gloriosa e sensibile presenza di Dio.

Nella salvezza il credente deve trovare un nuovo rapporto col cielo e perciò dalla salvezza deve aspettarsi pienezza di benedizione. Lo Spirito San­to deve trovare un cuore aperto dalla fede, pronto per ospitare la gloria e la potenza della Sua presenza.Credere, cioè guardare con occhi spirituali che lasciano scorgere l’invisibile, pensare con una mente che può e sa esaminare le realtà del cielo, agire con una volontà che può eseguire il programma di Dio.Non devi fare nulla per meritare la salvezza, non devi e non puoi perfezionare l’opera che Cristo ha compiuto per te; devi soltanto credere, accettare il “dono divino” mediante quella fede che è essenza di un’attitudine esatta davanti alla presenza ed al messaggio di Dio.

Riepilogo: La vita è una successione di scelte, ma una di queste è l’anello che salda la catena: la scelta del destino eterno!

Tornare in alto Andare in basso

 Argomenti simili

-
» Durante la Magistrale posso fare esami della Triennale?
» Cosa si può fare per la copertura adeguata dell'orario scolastico?
» A che età fare un figlio?
» EPILESSIA : cosa è e cosa fare
» devo esercitarmi a fare dei Pai
Condividi questo articolo su: Excite BookmarksDiggRedditDel.icio.usGoogleLiveSlashdotNetscapeTechnoratiStumbleUponNewsvineFurlYahooSmarking

Fratelli, che dobbiamo fare? Atti 2 :: Commenti

Nessun Commento.
 

Fratelli, che dobbiamo fare? Atti 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 

Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Betesda :: Messaggi e studi --
Andare verso: