Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.


Cristiani Evangelici Pentecostali
 
IndicehomePubblicazioniCercaUltime immaginiRegistratiAccedi

 

  Il fattore di Luca 16

Andare in basso 
AutoreMessaggio
girolamo
Admin
girolamo


Messaggi : 2134
Punti : 6379

 Il fattore di Luca 16 Empty
140914
Messaggio Il fattore di Luca 16

Il fattore di Luca 16

1 Gesù diceva ancora ai suoi discepoli: «Un uomo ricco aveva un fattore, il quale fu accusato davanti a lui di sperperare i suoi beni. 2 Egli lo chiamò e gli disse: "Che cos'è questo che sento dire di te? Rendi conto della tua amministrazione, perché tu non puoi più essere mio fattore". 3 Il fattore disse fra sé: "Che farò, ora che il padrone mi toglie l'amministrazione? Di zappare non sono capace; di mendicare mi vergogno. 4 So quello che farò, perché qualcuno mi riceva in casa sua quando dovrò lasciare l'amministrazione". 5 Fece venire uno per uno i debitori del suo padrone, e disse al primo: "Quanto devi al mio padrone?" 6 Quello rispose: "Cento bati d'olio". Egli disse: "Prendi la tua scritta, siedi, e scrivi presto: cinquanta". 7 Poi disse a un altro: "E tu, quanto devi?" Quello rispose: "Cento cori di grano". Egli disse: "Prendi la tua scritta, e scrivi: ottanta". 8 E il padrone lodò il fattore disonesto perché aveva agito con avvedutezza; poiché i figli di questo mondo, nelle relazioni con quelli della loro generazione, sono più avveduti dei figli della luce.
9 E io vi dico: fatevi degli amici con le ricchezze ingiuste; perché quando esse verranno a mancare, quelli vi ricevano nelle dimore eterne. 10 Chi è fedele nelle cose minime, è fedele anche nelle grandi; e chi è ingiusto nelle cose minime, è ingiusto anche nelle grandi. 11 Se dunque non siete stati fedeli nelle ricchezze ingiuste, chi vi affiderà quelle vere? 12 E, se non siete stati fedeli nei beni altrui, chi vi darà i vostri? 13 Nessun domestico può servire due padroni; perché o odierà l'uno e amerà l'altro, o avrà riguardo per l'uno e disprezzo per l'altro. Voi non potete servire Dio e Mammona».
Qui non si tratta di cibo spirituale, come in Luca 12, bensì di beni materiali, di cui il Signore in una più o meno grande misura ha affidato l'amministrazione ai suoi. I beni appartengono al padrone; il fattore non ne ha che la gestione. Egli deve dunque amministrare per Lui. L'uomo ricco di Luca 12: 16 riempiva i suoi granai; quello di Luca 16: 19 non pensava che a vestirsi splendidamente e a godere gioiosamente ogni giorno; il figliuol prodigo sperperava i beni dì suo padre; il fattore impiegherà per altri (noi dobbiamo farlo nella dipendenza del Signore, e non a sua insaputa come fa lui nella parabola!) ciò che il padrone gli ha affidato. "Le ricchezze ingiuste", "le cose minime", "le cose altrui" rappresentano appunto i beni materiali che ci sono affidati, mentre "le cose grandi", "le vere ricchezze" le cose vostre parlano dei beni spirituali che sono la parte benedetta di ogni credente in Cristo. Ma l'amministrazione dei beni materiali, delle "ricchezze ingiuste", richiede fedeltà: "Chi è ingiusto nelle cose minime è pure ingiusto nelle grandi". Se un figlio di Dio non è stato fedele nell'amministrazione materiale, sia pure piccola, che gli è stata affidata, lo sarà nel campo spirituale? (cfr. 1 Timoteo 6: 17-19).
Torna in alto Andare in basso
Condividi questo articolo su: reddit

Il fattore di Luca 16 :: Commenti

Nessun commento.
 

Il fattore di Luca 16

Torna in alto 

Pagina 1 di 1

 Argomenti simili

-
» E il padrone lodò il fattore infede
» Luca 9-28
» Orando (Luca 11. 1-12)
» La successione dei fatti in Luca 24
» Past. Roberto Bracco Luca 15 - Il F

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
 :: Betesda :: Le parabole del Signore ( Georges André )-
Vai verso:  
Parole chiave
PODEROSO FATTO eterno amor gloria nome immagini MIRACOLO innalzo mondo montisci movimento GESù lode anno proprio