Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.


Cristiani Evangelici Pentecostali
 
IndicehomePubblicazioniCercaUltime immaginiRegistratiAccedi

 

  L'opera di Dio

Andare in basso 
AutoreMessaggio
girolamo
Admin
girolamo


Messaggi : 2134
Punti : 6379

 L'opera di Dio Empty
030913
Messaggio L'opera di Dio


L'opera di Dio

A più riprese, nei suoi insegnamenti, il Signore dà degli avvertimenti alle anime e le mette di fronte alla loro responsabilità. Ma con quale gioia, in Luca 15, Colui che "accoglie dei peccatori" presenta la grazia. Sei volte in questo capitolo si rallegrai! Se non manca d'avvertire e di riprendere, con quale gioia il Signore cerca, trova e dona.

E' il cuore di Dio il centro dell'Evangelo. Sotto l'aspetto del pastore - il Figlio - sotto quello della donna - lo Spirito Santo - e nella terza parabola, il Padre, le tre Persone della Trinità sono all'opera per salvare i peccatori. Il pastore e la donna cercano "fino a che non l'abbiano trovato". Il Padre attende, accoglie, accetta, copre di baci e fa tutto ciò che è in rapporto con i suoi diritti e le esigenze della sua natura per poter introdurre nella sua casa. Da una parte l'amore che cerca, dall'altro l'amore con il quale si è ricevuti. La pecora e la dramma non potevano far nulla per essere trovate, mentre un lavoro si produce nella coscienza del figliuolo prodigo; ma dal versetto 22 anche lui si lascia fare tutto, e accetta. La pecora è condotta ìn mezzo al gregge, di cui il pastore è il centro (Giovanni 10: 16), e il figlio è condutto alla tavola del padre. Anticamente anche Ruth, venuta dalle campagne di Moab, sedette per la grazia di Dio alla tavola di Boaz; e Mefibosheth, chiamato dalla città dì Lodebar, prenderà posto alla tavola del re Davide.

Il figliuol prodigo era tanto colpevole al momento in cui, voltando le spalle a suo padre, varcò la soglia della casa paterna, quanto all'epoca in cui mangia i baccelli con i porci. Ma la grazia agisce; il pensiero della felicità che si trovava nella casa lontana si risveglia nel suo cuore. Vi è convinzione nella coscienza e attrazione del cuore. E' la rivelazione di Dio all'anima, e Dio è luce e amore. La luce produce il convincimento di peccato, l'amore attrae. Tutto timoroso, il figlio si mette in cammino. Vi è il sentimento del peccato e l'umiliazione, ma ancora ignoranza della grazia di Dio: egli non è sicuro di essere ricevuto. Ma il padre lo previene, prima del suo arrivo, e agisce verso il figlio non secondo i meriti del figlio, ma secondo il suo cuore di padre. Così il figlio non poté più chiedere di essere trattato come uno dei servi del padre; avendo riconosciuto il suo peccato e confessata la propria indegnità, egli si affida all'amore che l'accoglie. D'ora in avanti la sua posizione è stabilita dal cuore del padre, dai sentimenti del padre, dall'amore che questi aveva per suo figlio.

Ma egli non poteva entrare così come era nella casa; doveva esservi introdotto in modo consono alla dignità del padre. Si tira fuori la più bella veste, l'anello e i calzari; e, cucinato il vitello ingrassato, con tutta la casa il figlio prende posto alla tavola del padre. Era perduto ed è stato ritrovato. Era morto ed è tornato a vita.

"E si misero a far gran festa": un banchetto cominciato sulla terra che verrà continuato nel cielo senza mai aver fine. Contrasto tragico con coloro che, in Luca 13: 25, davanti alla porta chiusa, essendo fuori non potranno che picchiare invano, rimanendo per sempre nelle tenebre che avranno scelte.

Torna in alto Andare in basso
Condividi questo articolo su: reddit

L'opera di Dio :: Commenti

Nessun commento.
 

L'opera di Dio

Torna in alto 

Pagina 1 di 1

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
 :: Betesda :: Le parabole del Signore ( Georges André )-
Vai verso:  
Parole chiave
movimento proprio lode GESù innalzo nome amor FATTO MIRACOLO eterno immagini montisci mondo anno PODEROSO gloria