Cristiani Evangelici Pentecostali
 
IndicehomeFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Giustificati, dunque per fede, abbi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
teofilo
Admin
avatar

Messaggi : 2085
Punti : 6196

081115
MessaggioGiustificati, dunque per fede, abbi

Giustificati, dunque per fede, abbiamo pace con Dio. Romani 5:11
di Roberto Bracco

L’uomo è ingiusto, ma la grazia in Cristo, accettata per fede, lo giustifica. Questo vuoi dire che i nostri peccati non ci vengono soltanto perdonati, altrimenti l’uomo sarebbe semplicemente un amnistiato, anzi che non ci vengono imputati “a priori”.

In parole più semplici si può dire che l’opera di Cristo, accettata per fe­de, compie un vero processo di sostituzione: il peccatore appare agli occhi di Dio non più quello che è, ma quello che accetta di essere nel piano della re­denzione cioè un uomo “coperto” dalla giustizia di Cristo, che ha accettato per Se stesso l’ingiustizia di tutto il genere umano per espiarla sulla croce.

Quindi il “peccatore” davanti al tribunale divino compare esente da ogni colpa, come se non avesse mai peccato ed anzi vengono attribuite a suo merito le opere giuste che egli non ha mai compiute, ma Cristo ha com­piuto per lui. E naturale che questo nuovo stato determini anche un nuovo rapporto e colui che viveva lontano da Dio, in conflitto con Dio e schiacciato dal giusto giudizio di Dio, riacquista finalmente la limpidezza di una coscienza che gli permette di rialzare lo sguardo a Dio ed incontrare lo sguardo amoro­so del Padre e realizzare la carezza soave che è in maniera autentica la mani­festazione della presenza di Dio.

Questo rapido e totale passaggio dall’ingiustizia alla giustizia, può essere definita autentica resurrezione perché è un vero passaggio dalla morte alla vita. Il peccatore salvato non ha un “concetto” della salvezza od una “emozione religiosa” inerente alla salvezza, ma ha la “salvezza”; egli esperimenta così compiutamente il suo nuovo stato spirituale, da sentirsi in concreto un figlio di Dio in perfetta ed armonica relazione con Dio.

Il passato non esiste più; le colpe, la condanna, il terrore, la ribellione e tutto il triste bagaglio di una vita distrutta e perduta possono tutto al più rima­nere un ricordo che ispiri amore e gratitudine verso Colui che si è fatto ingiusto per farci dono della Sua giustizia e così riconciliarci con Dio.

Riepilogo: Nascosto in Cristo non hai più le tue macchie e le tue nudità: ap­pare soltanto l’opera compiuta da Lui!
Tornare in alto Andare in basso

 Argomenti simili

-
» Sogni e cabala:Fede
» Materiali e schede didattiche di religione
» peso dichiarato dal produttore diverso dal peso confermato a destino
» Poesie e filastrocche di Carnevale
» 47 ABBI FIDUCIA NELLA MAGIA
Condividi questo articolo su: Excite BookmarksDiggRedditDel.icio.usGoogleLiveSlashdotNetscapeTechnoratiStumbleUponNewsvineFurlYahooSmarking

Giustificati, dunque per fede, abbi :: Commenti

Nessun Commento.
 

Giustificati, dunque per fede, abbi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 

Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Betesda :: Messaggi e studi --
Andare verso:  
Parole chiave
proprio amor